martedì 6 dicembre 2016

Ovis mollis all'olio extravergine d'oliva


Mi si è incantato il disco. E' il periodo dei biscotti.
Di questi biscottini friabilissimi, impalpabili, scioglievoli, avevo postato la ricetta, versione white, un po' di tempo fa, oggi ve li ripropongo al cacao.
L'impasto ovis mollis, è caratterizzato dall'impiego di tuorli d'uovo sodo, questo particolare conferisce al biscotto una spiccata friabilità. 
Nel classico ovis mollis, vi è l'impiego di burro, ma, come ormai sapete, anche nei dolci, prediligo l'olio extravergine d'oliva, questo, renderà la stesura poco più impegnativa, rispetto a quella ottenuta con burro, però, con un pizzico di pazienza, il risultato è perseguibile!
Vi lascio alla lettura della ricetta e, intanto, vado a gustarmi i miei, sorseggiando una tisana all'arancia e zenzero. 


"Con la partecipazione di"
50 gr di tuorli sodi (3 tuorli)
50 gr di olio extravergine d'oliva
50 gr di zucchero di canna integrale reso a velo nel macina caffè
15 gr di cacao amaro
75 gr di farina 0 di bassa forza + una manciatina per la stesura (in base alla farina usata, le quantità potrebbero variare di poco, è importante che l'impasto risulti morbido, umido ma non appiccicoso al tatto)
15 gr di frumina
mezzo cucchiaino di polpa di vaniglia
*Se occorre aiutarsi con 1 cucchiaio di acqua per compattare l'impasto.

"Mettiamo le mani in pasta":
Con una forchetta schiacciare molto bene i tuorli, aggiungere l'olio, amalgamare, aggiungere lo zucchero e la vaniglia, mescolare con cura.
Setacciare per due volte le polveri: farina, frumina e cacao, incorporarle poco per volta nel composto umido, inizialmente lavorare l'impasto con la forchetta, poi con la mano, fino a ottenere un panetto morbido e compatto (tenderà a sbriciolarsi un po', quindi compattarlo premendo i piccoli pezzi che tendono a staccarsi).
Disporre un forglio di carta da forno sul piano di lavoro, infarinarlo leggermente, trasferirvi il panetto, spianarlo col mattarello, nello spessore di mezzo cm (non più sottile) se necessario spolverare la superficie con poca farina.
I bordi tenderanno a formare delle piccole aperture, attaccarle tra loro mentre si spiana, premendo dolcemente con le mani.
Formare i biscotti.
1) Per facilitare il taglio, suggerisco di usare degli stampini stondati  e con poche appendici.
2) Data la morbidezza dell'impasto, sarà più semplice lasciare sul foglio di carta da forno i pezzi ritagliati con le formine, per poi trasferire il tutto direttamente in teglia.
Continuare con la lavorazione accorpando i ritagli d'impasto che rimangono dopo aver formato.
Cuocere in forno caldo a 180° per 10-12 minuti.
NON toccarli appena sfornati, saranno molto morbidi, aspettare che si freddino ben bene.
Eventualmente, conservarli in una scatola di latta.


Che il sole vi baci!
  



 

4 commenti:

Damiana ha detto...

A te si e' incantato il disco..
Magari a tutte si incantasse sulle stesse note.quelle della bonta',della dolcezza,della tentazione...Tentatrice,vorrei sciogliermi ma se non me ne offrì,rimango freezzata come un ghiacciolo.😂Dammene due e dopo faccio follie😉

elenuccia ha detto...

Ma quanto mi piace l'ultima foto con quelle bricioline

Anna Luisa e Fabio ha detto...

Posso farti compagnia? Troppo buoni!

Elisabetta ha detto...

io che amo i biscotti,piu' di qualsiasi altro dolce,ti capisco benissimo!!con le uova sode,pero' non li ho mai fatti...i tuoi sono bellissimi e molto invitanti!!buone feste,Gaia
;) un bacio