mercoledì 24 giugno 2009

I "dolci" segreti di Pulcinella...


Furtivo atteggiamento…un’anta in procinto d’aprirsi, alzo le spalle come una timida tartaruga, strizzo gli occhi…uffff… il solito cigolio!
Un armadio, custode di "dolci" peccati di gola…
… sollevo la coperta antica di nonna Nannina e ancora biancheria incelofanata, impregnata d’odor di naftalina, sposto gli scatoloni del cambio di stagione…
…ma dove sarà?!?
Sento dei passi… li riconosco! Piccoli e veloci… con la stessa cadenza, cerco di rimettere tutto al prorio posto, chiudo l’armadio…giusto in tempo!
"Gaietta che fai qui in camera mia?"
"Hem, hem mammina…"

Mentre gli occhi e le labbra tendono ad un sorriso da bricconcella .
Ricordo ancora l’esser colta in flagranza, mentre scovavo i nascondigli più strani, in cui mia madre imboscava, lontano da occhietti invadenti, i “dolci segreti” aggiungerei di Pulcinella, visto il mio istinto da golosona, pronto ad intuire e scoprire dove fosse il tesoro nascosto.

Poche, anzi rarissime volte, ho avuto il piacere di merendare con la nutella.
Mammina, preferiva preparare biscotti, crostate e altro, rigorosamente impastati con olio d’oliva, farcite di marmellata fatta in casa e quando non poteva dedicarsi alle premurose coccole, ci pensava il pane, a sostituire i dolci manicaretti, travestendosi da pseudo pasticcino, indossando un velo di zucchero o un mantello di mostarda d’uva.
Le uniche volte, in cui ho assaporato la nutella, è stato facendo merenda a casa di amiche o grazie all’audace concessione di mia madre, con tanto di raccomandazioni circa il consumo moderato della “trasgressiva emulsione”
Non credevo ai miei occhi, elicoidali, osservavano la vaschetta tra le mie mani (un tempo c’erano anche le confezioni a vaschetta, ne ricordo ancora il rumore maneggiandola: un po’ carta stagnola e un po’ bicchiere di plastica, accartocciati ).
Scartavo la confezione, la guardavo languidamente, l’avvicinavo alla bocca e….le davo?… un bacio!…uhhhh no no…hem scusate ho sbagliato! Iniziavo a slurpare .
Arrivata alla fine, rimanevano SEMPRE! Gli angoli della vaschetta sporchi di nutella, non riuscivo mai nell’ardua impresa, neanche trasformando la lingua in missile perforante!
Solo capovolgendo come un calzino la piccola confezione, riuscivo finalmente a far “vaschetta pulita”.
Ammetto, d’aver apprezzato negli anni, la dedizione di mia madre nel volerci erudire in una genuina e semplice educazione alimentare.
Si trattava semplicemente, di preferire prodotti fatti in casa al posto di quelli industriali.
Ancora oggi sono davvero occasionali, le volte che assaggio prodotti confezionati, dirottando le mie papille gustative, verso ghiottonerie caserecce.
Raramente però, capita che mi salti in mente lo strano grillo, di tuffarmi e sguazzare in una vasca, anzi in una vaschetta di nutella ;-).

Rispettando le sane regole imparate e peccando un po’ di presunzione, ho tentato di realizzare una simil- nutella nonché una verace crema di nocciole e cioccolato.
Una soddisfazione unica! Il risultato? Per me, promossa a pieni voti!
Anche più buona di quella industriale!!!
Suono di trombe…Rullo di tamburi…signore e signori, ecco a voi… laaaaa

pAgNuTteLLa

“Con la partecipazione di” :
35 grammi di nocciole
35 grammi di cacao amaro
25 grammi di cioccolato fondente al 70%
270 grammi di latte di soia (potete sostituirlo con latte vaccino)
60 grammi di zucchero di canna
1 pizzico di sale
1 piccolo pezzo di bacca di vaniglia
“Mettiamo le mani in pasta” :
Mettere nel mixer le nocciole, il sale, lo zucchero e la vaniglia, tritare fino ad ottenere un composto fine e pastoso, grazie all’olio emesso dalle nocciole.
A parte in un tegamino d'acciaio con doppio fondo, mescolare il cacao, il cioccolato a pezzetti e versare pian piano il latte, cercando di emulsionare il tutto.
Aggiungere il composto di nocciole tritate, mescolare e porre su fiamma bassissima, avendo cura di girare continuamente con un cucchiaio di legno, per circa 30 minuti o fin quando non assuma, una consistenza cremosa.
Spegnere e lasciar raffreddare.
P.S vista l'assenza di conservanti, è preferibile consumarla al momento, in previsione di farciture o comunque tenerla in frigo per pochi giorni.
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

Rotolo alla "pAgNuTteLLa"

“Con la partecipazione di” :
3 uova
80 grammi di zucchero di canna
90 grammi di farina 00
30 grammi di frumina
3 cucchiai di acqua bollente 1 pizzico di sale
2 cucchiaini e ½ di cremor tartaro

“Mettiamo le mani in pasta” :
Dividere gli albumi dai tuorli, montare aggiungendo 1 pizzico di sale, a neve fermissima i primi.
Aggiungere nei tuorli 3 cucchiai di acqua bollente e con un frustino elettrico, renderli schiumosi, aggiungere lo zucchero continuando ad impastare.
Mischiare la farina con la frumina e il lievito, setacciare ed aggiungere ai tuorli resi cremosi. Continuare ad amalgamare per qualche minuto, dopodichè aggiungere poco per volta, gli albumi a neve, mescolando dal basso verso l’alto cercando di non smontare il composto.
Accendere il forno a 180°-190° in modalità termo ventilata.
Foderare una teglia rettangolare 32 x 37 cm (più o meno) con carta da forno, versare il composto e livellare.
Trasferire in forno già caldo per circa 10 minuti, dovrà assumere un colorito lievemente dorato.
Terminata la cottura lasciar intiepidire.
Capovolgere il pandispagna ed eliminare pian piano la carta da forno, si staccherà facilmente.
Spalmare la pagnutella sul lato dal quale avrete tolto la carta, arrotolare.

Spolverizzare di zucchero a velo (facoltativo)


Con queste ricette partecipo alla raccolta: "Passione al cioccolato" di neve de: "Dolcemente neve"





32 commenti:

katty ha detto...

le vaschettine di Nutella me le ricordo benissimo e riuscivo a non lesciare la minima obra di cioccolata!!!! questo rotolo è favoloso e con la nutella fatta a casa immagino già il sapore!!!tanto lavoro ma anche tanta soddisfazione!! complimenti!!!un abbraccio e buonagiornata

Anonimo ha detto...

PagNuttella!!!
Sei dolcissima...comincia bene la giornata con la tua girella!!!
Mimmo

Alessandra ha detto...

tesoro,ma sei fantastica...pagnuttella...sei dolcissima!!!!di sicuro la tua preparazione sarà più buona della nutella tradizionale...!!!!e ancora una volta mille grazie per il racconto meraviglioso...

Claudia ha detto...

Tu non ti rendi conto di cosa hai creato!!!!!! io la nutella non posso più mangiarla per via del latte.. e altro che te da piccola.. io anche andavo proprio di cucchiaio dentro al mega barattolone... E ora cosa vedo qui????? la ricreazione della nutella?!? Ovviamente ricetta salvata!!!!! Grazieeeee

Laura ha detto...

Ma che brava...mi sembra davvero una cremina perfetta...non vedo l'ora di riprodurla nella mia piccola cucina!!

Lady Cocca ha detto...

Amore sei troppo troppo simpatica ed unica....io facevo così come te con il miele...sai quante volte mia madre mi ha trovato su una sedia alle prese con la ricerca dei vasetti di miele nascosti nei posti piu' strani!!!!
E le vaschette di nutella...mitiche!!!
Allora ho stampato la pagnuttella ed il rotolo..ehehehehe...li devo provare...mia figlia è un po' come te...mi dice sempre: Mamma io sono a dieta e nutella non ne mangio!!!"
Seeeeeeeeeee....a natale ha avuto in regalo un vaso enorme...beh è quasi finito..e se le chiedi " ma hai mangiato la nutella??"...mi risponde :" IOOOOO????? Ma sei impazzita??"...vabbè allora è la credenza che la mangia...ahahahahaha
golosone!!!!!!

Daphne ha detto...

UAHAHAHA, dai che ridere il tuo racconto!
Esattamente come te da piccola non mangiavo praticamente quasi mai la nutella...anch'io la mangiavo dalle amiche ^_^
...come la tua..mia madre mi rifilava dolci rigorosamente fatti in casa ricordandomi.."nooo la nutella costa troppo" O_o
però devo dire che non ne andavo matta così non ne sentivo la mancanza, ora che invece è stata bandita causa intolleranze la cosa mi scoccia :O
Quando sai di poter mangiare una cosa senza proibizioni, semplicemente quando ti pare,allora puoi farne anche a meno..che cosa curiosa :D

Comunque buonissima la tua PAGNUTTELLA!:D
anche con il latte di riso ci starebbe bene ^_^

Daphne ha detto...

Io non sono intollerante ai latticini..peggio ancora..cioccolato e cacao O_o
YUPPIE :D
ahahahah.però qualche strappo alla regola me lo posso concedere.. toh ^_*

Dida70 ha detto...

mitica Psgnuttella!!!!!!!!!!!
da provare da provare da provare e anche il rotolo con zucchero di canna!
le vaschettine di Nutellla ahhhh che nostalgia, anche a casa mia la moderazione era una regola ma ... a quei bei tempi la sottoscritta era ... un grissino sigh...sob!!!
un abbraccione
dida

dolci a ...gogo!!! ha detto...

oooooooooooo che idea geniale e poi sei cosi fantasiosa tesoro!!bonta unica adesso anche fai da te che c'è di meglio!!!bacioni imma

FeF ha detto...

eheheh...anche a noi nostra mamma ce la faceva vedere pochissimo la nutella, e quando c'era, se ne stendeva un velo sottile sul pane "sonnò vi fa male"...ora quando la compro non resisto, e un dito ce lo affondo dentro e me lo slinguazzo perbenino...alla faccia dei vecchi tempi!!!! la tua versione mi piace tantissimo....non è che posso dare una leccatina anche a questa?
un bacione alla pagnuttella più dolce che ci sia :)))
Fiorella

Elle ha detto...

ooohhh ma che ideona, tesora! :-)
E quel rotolo che opcchieggia.. proprio affascinante! :-)
Un abbraccione!

Giò ha detto...

che ridere! ho rivisto me stessa che aprivo ogni possibile anfratto per scovare il torrone o i restio dell'uovo di pasqua! anche da me solo crostate fatte in casa, al massimo si vedeva ogni tanto un buondì motta ..e di girelle e nutella nemmeno l'ombra!!però vedi che adesso ci alimentiamo in modo consapevole e tu ci cucini queste cremine slurpose ma sane!!

€llY ha detto...

Ciao Gaia, prima di tutto ti faccio i miei complimenti per il tuo blog bello e simpatico!!!!
Ti volevo poi far sapere che ho scritto un post sulle "dipendenze dal cibo" e ti vorrei invitare a partecipare alla mia iniziativa: scrivendo il post mi è venuto in mente di fare un'indagine tra i bloggers e sapere da tutti voi se c'è qualcosa a cui proprio non sapete rinunciare. Leggendo il tuo post pendo che la cioccolato sia ai primi posti!
Fammi sapere, mi raccomando!
A presto! ;)

Dada ha detto...

Sei troppo forte e che vaschetta personalizzata, la voglio anch'io (ma il mio nome non me lo consente ;-).
Mi piacciono sempre le tue introduzioni :-)

NIGHTFAIRY ha detto...

ahahah..mi sembra di aver riletto me stessa!mitica!La pagnutella deve essere superbuonaaaa!

I pasticci di Roby ha detto...

Hai un modo di proporre le tue ricette, molto singolare ed eccezionale;Mentre le leggo vengo risucchiata dai tuoi racconti!
Brava e grazie per i tuoi consigli, Roby

sweetcook ha detto...

Aveveo sentito il dolce richiamo della pagnuttella ed infatti l'ho trovata quì..che goduria^_^

Chiara ha detto...

le vaschettine di nutella!!!ne vado matta anche adesso!!:))
la nutella nn manca mai in casa per far fronte ai miei attacchi improvvisi, l'importante è saperla lì e già sto più tranquilla:), passano mesi con il barattolo in bella vista e nessuna voglia di affondare il cucchiaio nella magica crema ma qnd scatta la voglia è impossibile resistere
proverò sicuramente la tua ricetta!!!
bacioniiiii

Lo ha detto...

leggo di uno dei tuoi risvegli magici e sorrido..pensando arruffata dei miei...quelli che preferisco sono in campeggio...magari nei periodi più solitari....e leggo ora della nutella nascosta...mia madre faceva la stessa cosa...ed era diventato oggetto del desiderio proibito più o meno gestito da noi 4 figli...io dopo un po' ho imparato a non volerla, qualcun'altro so che ci affonda ancora cucchiai e dispiacere...Ora per la gnoma un barattolo c'è sempre...l'unico vincolo è che non è l'originale...ma è quella del commercio equo...non è oggetto del desiderio è bene comune..se la vuole c'è...è così alla fine la vuole poco...quasi mai! un bacione

Clelia ha detto...

Anche io adoravo la nutella... e crescendo l'amore è anche aumentato. Ricordo anche io le merende fatte di crostate preparate da mia nonna... e il cassetto alto dove c'era la nutella... Dolci ricordi....

Clelia

milena ha detto...

Ciao dolcissima pagnuttella sono Milena ti ho trovato per puro caso e non ti mollo!!sei troppo carina, ho letto il tuo post con il sorriso stampato nella faccia, sei forte!!la tua ricetta và senza dubbio provata, io adoro i dolci1Un buon fine settimana alla prossima visitina un bacione di simpatia Milena A

Maya ha detto...

be' dire che mi mai fatto venir un certo languorino è riduttivo...! mi si è formata una voragine nello stomaco alla vista di questa nutella qua... pure con il latte di soia... ma cosa posso volere di più....??? un assaggio forse!!! mi salvo subito la ricetta!
Kiss

Apple ha detto...

Io concordo con l'insegnamento di tua madre nel consumare il meno possibile gi alimenti industriali!!!Poi vedendo le valide alternative che ci offri nn si puo'RESISTERE!!!!Grazie x le tue buonissime ricettine...e' stato un piacere scoprire il tuo blog!!!Baci e buon week,
Mela.

mozza in carrozza ha detto...

buon anno!!!

Mozza

Genny G. ha detto...

è simpaticissimo il tuo blog e pieno dic ose interessanti:D

Jennifer ha detto...

Le vaschetteeeeeeeeeee...io le trovo ancora al super...peccato che debba fustigarmi x non comprarle...!Grazie x avermi indicato qst ricetta...vedremo se saro' in grado!!!

accantoalcamino ha detto...

Dov'ero io, in quale mare "navigavo" il 24 giugno del 2009? la Pagnutella è da fare..si, si, si!!

nanussa ha detto...

ma che bella idea la pagnuttella!!
e' da fare di sicuro!!
ciao ti lascio un saluto e buon weekend :)

Gloria ha detto...

Che bella ricetta complimenti :)

Piacere io sono Gloria:)

bussola ha detto...

dolcissima la storia e dolcissima la ricetta

Francesca ha detto...

Questo rotolo sono sicura porta in paradisoooooooooooooo
Francesca