domenica 21 giugno 2009

"Morning mood"

(autore di questa foto, il mio caro amico Pino)


InGREdiEnTE FAcoltAtIVo: CONSIGLIATO! Clicca nella freccetta a sinistra, in 5 secondi partirà la musica di sottofondo che renderà tutto più suggestivo



Sciacquettio sporadico di piccole onde alternate, dell’ andar delle barche che avanzano per inerzia, su uno specchio d’acqua fluido, quasi oleoso, entrano in rada cercando un attracco per trascorrere la notte.
La mente, si perde cullata da dolci pensieri e dal lieve e piacevole ondeggiamento, di un grande guscio galleggiante, che abbraccia come una culla i nostri sogni.
L’enfasi del silenzio, come una favola raccontata ad un bimbo nel suo nido , spesso mai ascoltata sino alla fine.
Persi e sospesi, in una bolla di sapone che vega nell’aria, spostata dalla brezza della notte.
D’un tratto le prime luci dell’alba, sfiorano la delicata bolla e come in un gioco di prestigio, scompare, lasciando solo una impercettibile scia di rugiadosa polvere.
---------------------------------------------------------------------
Ogni risveglio piacevole o meno è sempre un miracolo!
Certo, sarebbe fantastico svegliarsi spontaneamente, piuttosto d’esser balzati dal driiiiiiiin di una sveglia, o peggio dai rumori di una tv, o ancora da un venditore ambulante che passa sotto il balcone, una voce registrata e ripetuta ad oltranza, emessa da un megafono fragoroso, rischiando per poco, di perforare quella sottile patina, che fa da confine tra il mondo dei sogni e quello reale, cercando di combinarsi tra i due , ma è un intruso e come tale ci si accorge del disagio…ma che ci fa un venditore ambulante che ripara gli ombrelli, nel bel mezzo di un’estate? O_O
Sarebbe poetico se al posto dei suddetti “rompi”… sonno, ci fossero le note soffuse della natura, le luci dell’alba, che sempre più vigorose, illuminano parte del viso.
...........................................................................................................................................
Di risvegli piacevoli, ne ho vissuti davvero tanti! Racconterò racchiudendo in uno, le sensazioni che mi hanno resa, la persona più felice e fortunata del mondo…
Pagnotto ed io, in barca a vela per un charter (lavoro) in compagnia di ospiti molto simpatici e divertenti.

Dopo aver vissuto il mare e i suoi contorni, trascorrevamo le notti, nelle rade delle incantate isole croate.
Eravamo in un’ insenatura a Mjliet, il silenzio imbarazzante e una luce armoniosa e delicata, hanno amaliato nel dolce sopore, il nostro inconscio, divenuto pian piano limpida consapevolezza.
Entrambi rapiti dalla tenue atmosfera, come due talpe spettinate, in punta di piedi, per non disturbare il sonno del resto dell’equipaggio, ci siamo diretti verso il tambuccio d’uscita. Stregati dalla magia, ci siamo accorti che anche il mondo stava beatamente destandosi.
Il mare una tavola disciolta, tappezzata qua e la da barche a vela alla fonda, ciascuna in testa d’albero, la lucina di cortesia volutamente dimenticata accesa.
Sparse, come candeline su di una torta, quasi a festeggiare l’impagabile panorama.
Il cielo tinteggiato, morbidamente impreciso nelle sfumature, il profumo incontaminato delle pinete circostanti, invitato da leggerissimi e casuali refoli di brezza, esaltava l’esclusivo scenario, mentre nel vago orizzonte, il re dei re compariva flemmatico e appagato, lasciandosi intravedere in tutto il suo caldo splendore.
Rapiti dall’incanto, ci siamo amorevolmente abbracciati, desiderosi di lasciare un segno di un ennesimo meraviglioso ricordo vissuto insieme.
Folli risa silenziose, nei nostri occhi lucidi e festosi, il riverbero di un momento da non poter dimenticare. Un bagno a varare il mattino appena nato, pronto a veleggiare verso un mare d’emozioni.

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

Questo premio carinissimo che mi ha donato la mia sweet Lidya
è abbinato al suddetto racconto.
Infatti chi lo "adotta", può raccontare o meno, una storia legata al proprio risveglio, attuale, passata o di come vorrebbe che sia.
Grazie sweettina!

Va assegnato ad almeno 5 blog, ognuno sarà libero di dare un nome a questa " Ceatura"
Mi piacerebbe, che chiunque passi di qui, possa decidere di adottarlo :-)

L'ho chiamato "Assopicchio"

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

Era tanto che li cercavo! Finalmente li ho trovati!
I gelsi neri: una vera prelibatezza!

Di prima mattina, bere un goccio di...ma no, non vino! ;-)))...succo di gelsi, è un vero toccasana.
Attenti a non sporcarvi, le macchie risultano essere indelebili!...Per questo ho pensato di dipingere una sacca bianca per il mare, confezionata un pò di tempo fa, aspettando una creativa occasione per decorarla...
Tranquilli! Non ho sprecato il prezioso elisir.
Per realizzare il dipinto, è bastata la quantità di un cucchiaino ;-)

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
Palacinke breakfast (e non solo) specialità slovena e croata (ho preso spunto di qui, personalizzando un pò le quantità ed altre piccole varianti)
"Con la partecipazione di" :
(quantità d'ingredienti, per ottenere 4 palacinke)
1 uovo
45 grammi di farina 00
15 grammi di latte
15 grammi di acqua
2 cucchiaini di zucchero di canna
abbondante buccia di limone grattugiata
1 pizzico di vaniglia bourbon grattugiata
1 noce di burro
1 pizzico di sale
"Mettiamo le mani in pasta"
:
In una ciotola, sbattere l'uovo con lo zucchero, aggiungere man mano la farina continuando a mescolare.
Versare l'acqua, il latte, il sale e il burro fuso, continuare ad amalgamare.
Ottenere una crema di giusta consistenza, in cui aggiungere il limone e la vaniglia grattugiati.
Porre un padellino antiaderente di circa 13 cm, sulla fiamma.
Quando sarà sufficientemente caldo, versare con un piccolo mestolo la quantità giusta di pastella, a coprire il fondo del padellino.
Far cuocere per qualche minuto la palacinka da entrambe le parti, che dovranno assumere un colore lievemente dorato.
Trasferirle in un piatto, farcire a piacere con marmellata, creme varie, frutta fresca ecc ecc
O semplicemente, nella maniera classica con miele e gherigli di noci sbriciolate.
P.S Il buongiorno si vede dal mattino...
21 GIUGNO, BUONA ESTATE A TUTTI!










15 commenti:

Anonimo ha detto...

Buona estate Gaia!!!
Ti auguro di vivere tanti piacevoli e sereni risvegli.
Gli stessi che ci fai vivere con i tuoi fantasiosi ed emozionanti racconti!!!
Mimmo

Alessandra ha detto...

che sogno il tuo racconto...leggere i tuoi post mi piace da morire...riesci a trasportare le persone nel tuo mondo incantato...continua a farci sognare...grazie di cuore!!!

Anicestellato ha detto...

Leggerti è sempre piacevole!!
un abbraccio grande

dada ha detto...

Che racconto grazioso, mi sentivo un po' là. Anch'io ho un debole per il mare, il suo profumo, i suoi colori e rumori (magari l'ombrellaio no ;-). Grazie e buona domenica

Luca and Sabrina ha detto...

Hai il dono di emozionarci, di regalarci dei momenti, delle sensazioni preziose. E' bello leggerti, bello lasciarsi trasportare dalle tue parole, così visive, come se dipingessi quadri.
E l'angolo delle dolcezze tocca il culmine con le tue prelibatezze! Definirle sublimi forse riesce a rendere l'idea! Sei unica!
Baciotti da Sabrina&Luca

Daphne ha detto...

I gelsi...
... quando sono andata a casa giù mio padre ne ha portati a casa una bella cesta :)
Ce ne sono tanti di alberi selvatici da quelle parti, dev essere buono abbinarli così ^_^
..il risveglio al mare è perfetto..il mio risveglio ideale

Chiara ha detto...

con i tuoi racconti riesci a portarmi lontano, in un mondo ricco di sensazioni, emozioni, grazie mille!!!
la sacca è meravigliosamente magica:)!!!
bacioniii!!

Claudia ha detto...

Caspita!!!!!! resto incantata da come scrivi, fai si che la gente che legge si lasci trasportare dalle tue emozioni...:-))))))) Il gelso..??? non so proprio che sapore abbia...baci baci...

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Buona estate!
Che bel post!
Mi piacciono tantissimo i gelsi mi ricordano quando ero bambina!

cristina ha detto...

ciao pagnottina bella! :) sai che io, fuori nell'orto, ho un albero di gelsi neri?? eh sì... ogni volta che ci passo accanto, non posso fare a meno di mangiarne un bel pò, sono buonissimi! e poi ho tutte le unghie viola :P
i miei risvegli, invece, sono sempre con un sottofondo di uccellini che cinguettano e, al massimo, mio nonno che si alza e va in bagno!hihiih...
ciao, un bacio

Mariù ha detto...

Mmmmmm... buonissime!
La prima foto è stupenda.
m.

stefi ha detto...

Le tue parole sono sempre molto toccanti.
Ti auguro di avere tantissimi piacevoli risvegli.........per quanto riguarda la barca approvo tutto ciò che hai detto l'ho provato anche io in una vacanza in grecia a bordo di una barca a vela......Fantastico!!!!!!!!!!!
Adotto volentieri il peluchino e vedrò che nome dargli.
Ciao gaia!!!!!!!!!!!!

dario ha detto...

che bel racconto!!!
solo persone stupende e romantiche riescono a cogliere certi dettagli...e viverli come una fiaba!!!

ps: adorooooo i gelsi!!!!!!!!!

pagnottella ha detto...

@Anonimo: cuore, quando accanto ai miei risvegli ci sei tu, sono la persona più felice del mondo!

@Alessandra: cara, grazie!
Sono davvero lusingata...
Un bacio immenso :-)

@Anicestellato: Anicilla mia, sei un tesoro! Grazie...t'abbraccio anch'io.

@Dada: carissima, son contenta d'averti coinvolta nel racconto...
Il mare fa spesso da scenario nelle mie stupende avventure!
Dai l'ombrellaio lo mandiamo in ferie ;-)
Un bacio e a presto!

@Luca&Sabrina: ragazzi! Mi fate emozionare...Grazie infinite!!!
Stupendo esser paragonata ad un pittore.
Siete speciali ed unici anche voi.
Un abbraccio :-)

@Daphne: Dai!!! Che bello! Qui ce ne sono veramente pochi ormai...
che gioia una cesta piena di gelsi, sarebbe bello fotografarli :-)
Un bacio.

@Chiara: tesoro bello, detto da una magica come te, mi sembra un complimento meraviglioso! Anche tu non scherzi a racconti magici!
Grazie davvero
Bacione

@Claudia: dolcissima grazie!
è bello sapere di essere riuscita ad incantare attraverso la scrittura...
piccola, spero un giorno possa deliziare questo frutto speciale!
Il sapore, potrebbe somigliare, un misto tra more di rovo e mirtilli... almeno per me.
Un bacio grande

@Elisakitty's kitchen: Eli, grazie!
meravigliosa estate a te!
è vero i gelsi hanno il sapore dell'infanzia...
baci

@Cristina: Criiiiiiiiiiiii, posso venire a stare da te, magari dormo in giardino...sotto l'albero dei gelsiiiiiiiiiiiiii!!!
Troppo carino il nonnino :-)
Un bacio

@Mriù: Ciao cara, Pino sarà felice per il complimento... grazie :-)
ti abbraccio

@Stefi: Tesorina, che cara sei!
Anch'io volgo a te lo stesso meraviglioso augurio!
Che bello, è vero la Grecia è davvero magica i colori del mediterraneo incantano...
Son felice per l'adozione del peluchino :-)
bacio

@Dario: zioooooooo, grazie, belle parole!
è vero sono molto romantica...
Anche le persone a cui piacciono certi racconti, siano altrettanto stupende :-)
Definire il mio racconto una favola, mi rende appagata, adoro le favole, come tu adori i gelsi
;-) Un bacione.

Lady Cocca ha detto...

Assopicchio...ahahahaah...troppo bello!!!
Tesoro mio...ogni volta che vengo da te navigo con i ricordi...i gelsi neri!!!!
Ricordi di infanzia..ricordi del mio amore: mio padre....qualche lacrimuccia scende sul mio viso!!!
Quanti anni soo passati..quanti ricordi nel cuore...e sai che non li mangio da tantissimo tempo..da noi sono diventati introvabili!!!
un bacio grande tvb