giovedì 5 novembre 2015

Cantuccino: il BIScotto


Trovo che il cantuccino sia l'emblema del BIScotto, infatti è cotto due volte.
In ogni cantuccio (è il caso di dire) della rete, si trovano svariate rivisitazioni della ricetta tradizionale di questo delizioso tozzetto, da intingere in vini liquorosi, il primo tra tutti: il vin santo, ottimi anche gustati col moscato e perchè no, inzuppati nel tè o il caffè.
Il cantuccino nasce con un'anima di mandorle, c'è poi chi come me, rielabora a proprio gusto gli abbinamenti mescolando frutta secca a spezie, cioccolata, odori vari e semi, usando magari anche farine alternative.
Deliziosissimi anche con nocciole, pezzettini di cioccolato e buccia grattugiata di mandarino.

 

        Cantuccini con mandorle, fichi secchi e anice stellato

"Con la partecipazione di":
250 gr di farina tipo 1 (o tipo 0) (se serve, aggiungere altra manciata di farina, fino a rendere l'impasto comunque poco appiccicoso l'impasto)
90 gr di zucchero di canna integrale
125 gr di mandorle non pelate
4 fichi secchi
2 uova
6 petali di anice stellato
30 gr di olio extravergine d'oliva
1 cucchiaino di cremor tartaro

"Mettiamo le mani in pasta":
In una ciotola rompere le uova, aggiungere lo zucchero e l'olio, amalgamare con una forchetta, unire le mandorle, i fichi secchi precedentemente tagliati in piccoli pezzi e l'anice stellato ridotto in polvere nel macinacaffè, mescolare.
Versare la farina con l'aggiunta del cremor tartaro, poco per volta continuando a lavorare il tutto, prima con la forchetta, quando l'impasto prende corpo continuare con le mani.
Ottenuto un impasto omogeneo, formare un filoncino di circa 30 cm, appiattire delicatamente le estremità, schiacciarlo leggermente in superficie, trasferirlo sulla teglia foderata di carta forno.
Cuocere a 180° in forno a temperatura, per circa 25 minuti.
Lasciar intiepidire, affettarlo in diagonale nello spessore di 1 cm e mezzo, disporre ogni fetta in teglia con carta forno, infornare a 170° (forno a temperatura) per 12 minuti.


Che il sole vi baci!

2 commenti:

Claudia Di Nardo ha detto...

Io li adoro!!! non posso tenerli in casa che li faccio sparire uno dopo l'altro! Buona la tua versione con fichi secchi anche!!!! .-***

Anna Luisa e Fabio ha detto...

Una cosa è certa, io non mi fermerei al bis :-)

Fabio