lunedì 19 maggio 2014

Focaccia dolce con ciliegie. E' arrivato il periodo!

-(...e brava la babbiona!)

*(Uffiiii, ma dai! Sono seeeempre attenta a queste cose, sagace, vigile, compro SOLO frutta e verdura di stagione...mica mi faccio fregare cosi eh?!)

-(Se se...AH AH AH, ma come! Le C I L I E G I E a fine Aprile???? Manco mago Zurlì le mangia!)

*(Ho CAPITOOOOO! Ma cosa vuoi da me se il fruttivendolo di "FIDUCIA" mi ha, mi sembra il caso di dire, PROPINATO delle ciliegie "abortite"???? Ho creduto fossero nate in anticipo grazie ad un inverno tiepido e clemente...invece ho imparato la lezione, malgrado la conoscessi già!: MAI comprare frutta e verdura, anche APPENA fuori stagione!...no, ehmmmm...non è "frutto" della natura, ma cattivo zampino dell'uomo...)


Ma ciaoooo!!! Scusate, chiacchieravo tra me e me, oggi vi propongo una focaccia dolce, prelibata,
l'ho preparata una 20ina di giorni fa, quando, ahimè, le ciliegie non erano nella loro massima "forma".
Anch'io, sebbene avveduta e diligente nell'acquisto di frutta e verdura di stagione, capita, per fortuna moooolto raramente, che prenda una cantonata...

Ma finalmente, arrivato il periodo giusto di proporvela, si!

Focaccia dolce con ciliegie


"Con la partecipazione di": (per una teglia di 26 cm)
300 gr di semola rimacinata Sen Cappelli
70 gr lievito madrerinfrescato (andrà comunque bene esubero di massimo 3 giorni)
1 uovo
250 acqua
70 gr di zucchero muscovado
pizzico di sale

Per la finitura;
2 grosse manciate di ciliegie
una manciatina di zucchero muscovado
olio extravergine d'oliva

"Mettiamo le mani in pasta": 
In una ciotola, sciogliere il lievito madre in 100 gr di acqua, (sottratti dalla quantità totale) con lo zucchero, aggiungere l'uovo, mescolare, incorporare pian paino la farina, impastare bene.
 Aggiungere infine il sale, impastare ancora un pò, coprire, con pellicola, la ciotola lasciar riposare per 2 ore. Trasferire in frigo per circa 8 ore.
Tirare fuori dal frigo, lasciare a temperatura ambiente per circa 2 ore, trasferire nella teglia unta con 2 giri generosi di olio, con le mani inumidite allargare l'impasto, lasciare lievitare per altre 2 ore in forno spento con lucina accesa.
Accendere il forno a 220°, nel frattempo, disporre le ciliegie tagliate a metà su tutta la superficie della focaccia, affondandole delicatamente, oliare con 2 giri d'olio, infornare. Cuocere per circa 55 minuti, dovrà risultare bella colorita (come in foto).
10 minuti prima di sfornare, aprire il forno e velocemente aggiungere lo zucchero sulla superficie.


 Che il sole vi baci!





10 commenti:

Dolci a gogo ha detto...

Tesoro bello come stai????Il mio blogroll non mi aggiorna i tuoi post e non sapevo che fossi tornata!!Quanto tempo mamma mia mentre prendo una fetta di questa focaccia deliziosa vado a sbirciare le altre proposte non prima di mandarti un bacioneeeee grandissimo!!!
Imma

Claudia ha detto...

Infatti.. ciliegie a fine aprile..ma che miracolos arebbe stato?? ahahaha.. Io non le trovo nemmeno adesso! Comunque.. mai mangiata una focaccia dolce..con le ciliegie.. In vita mia solo con l'uva.. Ha un aspetto mraviglioso.. baci e buona settimana :-)

ilaria lotti ha detto...

Una meraviglia di focaccia che sa di estate! ;)

Raffi ha detto...

wooooooooow! bravissima Gaia, è una meraviglia...

LeCiorelle ha detto...

ciao, ma che bel blog!!! a giudicare dai tuoi primi post mi sembra che sei una regina di focacce particolari!! non ho mai provato questa versione, con la frutta, anche se molte volte ho letto di una schiacciata con uva, che forse è un po' similare! complimenti!!

paola ha detto...

può capitare di farsi prendere la mano e comprare qualche prodotto non proprio di stagione piena, io anche se le vedo già aspetto ancora un pò così per le pesche e le albicocche,sono più dolci e buone,la tua focaccia è strepitosa anche con le primissime ciliegie, un bacione

Fabiola Palazzolo ha detto...

ma sai che questo genere di focaccia non l'ho mai provata!
è una vera meraviglia, baciiii

elenuccia ha detto...

Io però quando sono andata a correre sabato ho visto un sacco di alberi di ciliegie pieni di frutti bello rossi e maturi ed altri invece ancora indietrissimo. Credo le varie specie maturino in tempi molto diversi tra di loro, magari non era un miracolos :-)

Anna Luisa e Fabio ha detto...

In realtà bisogna sempre vederne la provenienza, perché semmai provengono da un posto dove è già stagione! In ogni caso ora ce la godiamo di più, perché le ciliegie iniziano a trovarsi e questi possiamo replicarla subito.

Fabio

crumpetsandco ha detto...

Ciao stellina!
Anche io oggi ciliegie... e nespole!
Anche io tanto felice che certi frutti sian tornati! :)
come dico nel blog...il bello della stagionalità! :)
Terry