martedì 23 febbraio 2016

Strozzapreti con cardoncelli, noci e curcuma


Sono tante le occasioni per sfregarsi le mani, questa la più appetibile.
Un formato di pasta dalla semplice realizzazione, una vera strozzata!


"Con la partecipazione di": dosi per 2 persone
Per la pasta:
120 gr di farina di farro integrale
80 gr di semola rimacinata
100 gr di acqua

Per il condimento:
500 gr di funghi cardoncelli
gherigli di 6 noci
1 cucchiaino di curcuma
2 spicchi d'aglio
4 cucchiai colmi di olio extravergine d'oliva
mezzo bicchiere di vino bianco
prezzemolo
pepe
sale

Trasferire sulla spianatoia le farine, mescolarle, praticare un buco al centro, versare l'acqua poco per volta continuando a lavorare con la mano.
Impastare fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo, coprire a campana con un piatto fondo, lasciar riposare per circa mezz'ora.
Spianare il panetto in un disco dallo spessore di un paio di mm, tagliarlo a strisce larghe circa 2 cm, formare gli strozzapreti posizionando un capo della striscia sul palmo di una mano, sfregare con il palmo dell'altra mano verso l'estremità delle dita, a fine corsa spezzare, con le mani, il rotolino della lunghezza di circa 6-7 cm.
Qui un mini video tutorial che mostra come procedere.
Nel corso della realizzazione infarinarli con la semola per evitare che si attacchino l'un con l'altro.
Pulire i funghi, tagliuzzarli a pezzi non molto grandi.
Pestare al mortaio i gherigli di noce, lasciando qualcuno più grossolano.
Versare l'olio in una capiente padella a bordo alto, saltare l'aglio senza la camicia, aggiungerci i funghi, rimestare continuamente, dopo qualche minuto aumentare la fiamma e sfumare con il vino, moderare il fuoco, coprire e lasciar cuocere per 10 minuti.
Nel frattempo porre una pentola d'acqua su fiamma.
Salare i funghi qualche minuto prima che termini la cottura, mescolare, spegnere e aggiungere le noci pestate, amalgamare.
Calare la pasta quando l'acqua bolle,aggiungere il sale e lasciar cuocere per circa 5-6 minuti.
Scolare, mettendo da parte qualche cucchiaio di acqua di cottura, riporre su fiamma la padella con i funghi, versarci la pasta e l'acqua tenuta da parte, rimestare continuamente, spegnere ed aggiungere la curcuma (è preferibile usarla a crudo per mantenere intatte le proprietà salutari) mescolare ulteriormente.
Servire con pepe macinato al momento e prezzemolo a coriandolo.


Che il sole vi baci!


4 commenti:

Claudia Di Nardo ha detto...

Ma da dove inizio???? mi piace tutto... dal formato di psta.. dai funghi che hai usato e la mia amata curcuma!!!! più che sfregarmi le mani.. io mi leccherei i baffi hihihi.. .-*

elenuccia ha detto...

Ho provato una volta a gare gli strozzapreti ma sinceramente mi sono venuti proprio brutti. Non mi sono fatta certo dei problemi a mangiarli ma di certo non era presentabili ad altri. Il sughetto mi ispira molto perchè non ho mai pensato di unire i funghi che per me hanno una connotazione molto nordica alla curcuma che invece vedo legata a qualcosa di caldo

Erica Ferreri ha detto...

Gaia, ancora non ho avuto modo di provare le crepes con farina di farro ed orzo che già devo aggiungere alla lista pure questa!!! :D

giulia pignatelli ha detto...

Proprio una bella ricetta Gaia!