lunedì 2 maggio 2016

Crackers di riso


Mentre con una mano scrivo questo post, l'altra afferra i crackers di fianco al pc, in un interminabile andirivieni.
Ho esordito con la suddetta  precisazione, per spiegarvi la brevità dell'antefatto che accompagna la ricetta del giorno, con una sola mano infatti, è richiesto più tempo e il tempo si sa, è prezioso. La mano che afferra vince su quella che digita.
Ne sono rammaricata, dispiaciuta, afflitta, troncar così un racconto di punto in bianco, non depone mica bene!
Caaari amici lettori, mi affido alla vostra bontà, certa della vostra magnanima clemenza, vi lascio alla ricetta dei crackers che anch'essi di bontà ne hanno in abbondanza.



"Con la partecipazione di":
100 gr di lievito madre (esubero di 1 giorno)
100 gr di acqua
100 gr di farina di riso
100 gr di farina tipo 0 oppure al 50% con farina di grano tenero integrale
50 gr di olio extravergine d'oliva
50 gr di semi misti ( chia, sesamo bianco, sesamo nero, papavero, lino chiaro, lino scuro, girasole, zucca)
5 gr di riso soffiato  (facoltativo)
6 - 8 gr di sale

"Mettiamo le mani in pasta":
Versare l'acqua in una ciotola, sciogliervi con la mano il lievito madre.
Aggiungere l'olio, i semi e il riso soffiato e girare con la mano, incorporare poco per volta le farine comprese di sale e mescolate tra di esse, impastare fino ad ottenere un panetto omogeneo da lasciar riposare per mezz'ora.
Accendere il forno a 180° modalità statico.
Trasferire il panetto su un foglio di carta forno della stessa misura della leccarda, spianare con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di circa 3 di millimetri, tagliare con una rotella tagliapizza ottenendo dei rettangoli, (non vi è bisogno di distanziarli tra loro, durante la cottura si staccheranno ulteriormente) trasferire sulla leccarda, punzecchiateli poco con i rebbi della forchetta in modo che si formi qualche piccola bolla, o se preferite evitate di punzecchiarli, a fine cottura risulteranno più rigonfi.
Infornare sul ripiano centrale per circa 18 minuti, dovranno risultare lievemente dorati (i tempi di cottura variano in funzione delle caratteristiche del forno).


Che il sole vi baci!

   

7 commenti:

elenuccia ha detto...

Sono clemente, ma solo se me ne lasci un paio. Poi quando torno a casa questa sera metto subito le mani in pasta perhè non so resistere a queste cose.

Emmettì ha detto...

Semplicemente li adoro!!!
Ed adoro ogni tuo post! :-)))))))))

Grazie Gaia bella!
Un bacio bello anche da me (che non sarà mai bello quanto quello del sole, ma è sicuramente pieno di ammirazione per tutto ciò che fai! :-*

Vivvi961 ha detto...

Accidentiiiii prima i biscotti col pangrattato....ora questi!!!! Tu mi rovinii!

Claudia Di Nardo ha detto...

Questi son spettacolari.. croccanti.. gustosi!!!! bravissima come sempre..smackkk

Cipensiamo Noi ha detto...

bellissimi sono davvero belli e buoni complimenti davvero,
Bacione
Mirta

Scamorza Bianca ha detto...

IO credo non riuscirei a smettere se ne avessi un vassoietto in fianco, giuro potrei tirar sù anche le briciole

Silvia Ciavola ha detto...

Ciao, complimenti, bellissimi ����Quanto tempo si conservano?