venerdì 5 giugno 2015

Cherry pie

Avvisto ricette di cui m'innamoro, le copioincollo nella lista delle cose da provare, per poi, di tanto in tanto,  passarla in rassegna e realizzarle volta per volta.
Ci sono però quelle ricette alle quali non riesco a resistervi, le definirei: "le ricette squagliapapille", non m'accontento di un semplice copiaincollapoilarealizzo, mi lascio vincere dall'acquolina e slurp! Le preparo subito, senza indugiare, come quella che segue.
La ricetta di questa succulentissima pie è della bravissima Aryblue, nel suo blog, UUUhhhhh se se ne trovano di ricette squagliapaplle! Vi invito a mangiarlo con gli occhi, prego di qui.
Adoro i dolci farciti con frutta, questa pie è di una delizia pazzesca!

Cherry pie



Ho leggermente personalizzato l'mpasto (leggerete tra le parenesi) sostituendo il burro con olio extravergine d'oliva, usato farina di tipo 2 e zucchero di canna. Copioincollo la ricetta da Ary.

"Con la partecipazione di": per una tortiera da 26 cm

 600 g di farina 00 ( tipo 2)
 200 g di zucchero a velo (zucchero di canna reso a velo nel macinacaffè)
 1 pizzico di sale
 2 uova
 250 g di burro freddo di frigo (145 gr di olio extravergine d'oliva + 1 cucchiaio di latte)
1 bustina di lievito per dolci (1 bustina di cremor tartaro 17 gr)
Per il ripieno:
800 gr di ciliegie denocciolate polpose dolci
200 gr di zucchero semolato (160 di zucchero di canna)
1 cucchiaio di maizena
Per la finitura:
2 cucchiaini di zucchero a velo (io solo latte)
2 cucchiai di latte 

"Mettiamo le mani in pasta":
Mescolare in una ciotola la farina setacciata con lo zucchero a velo, unire il sale, le uova, il lievito ed il burro a pezzetti (o l'olio) Impastare rapidamente il tutto, meglio se con le mani fredde, fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio. Fare una palla, avvolgerla in pellicola e metterla a riposare in frigo per almeno un’ora o anche tutta la notte. (se usate olio il riposo non è necessario)
Preparare le ciliegie, togliendo i noccioli e tagliandole a metà sopra una ciotola per non disperdere il succo, aggiungere lo zucchero e la maizena mescolando bene. Lasciar riposare almeno un’ora.
Far riposare la pasta a temperatura ambiente per 15′-30′ di stenderla.
Con un taglia pasta suddividerla in due parti diseguali; stendere la più grande allo spessore di circa mezzo cm e foderare la tortiera imburrata ed infarinata.
Ritagliare l’eccedenza al bordo con una rotella dentellata.
Versare le ciliegie sopra la pasta ( se si fosse formato troppo liquido fate attenzione a non versarlo ).
Stendere sottilmente la restante pasta e con un taglia biscotti a forma di cuore, ottenere le formine, disporle partendo dal bordo alternandole come si vede nella foto qui sotto.
Con una formina più piccola formare i cuori che andranno nel cerchio interno.
Lasciare un foro centrale per la fuoriuscita del vapore.
Spennellare tutta la superficie con lo zucchero a velo sciolto nel latte.
Infornare a 220°C per 10′ poi abbassare a 180°C e proseguire la cottura per altri 45′.
Servire la torta tiepida accompagnandola con una pallina di gelato alla vaniglia, oppure lasciarla raffreddare bene, mettendola anche in frigorifero per diverse ore e gustarla fredda. 
Ottima in entrambi i casi!


Che il sole vi baci!







3 commenti:

Anna Luisa e Fabio ha detto...

Vedo le ciliegie in giro e mi immagino cherry pie, vengo qui e la trovo.
I desideri si avverano e le papille esultano.

Fabio

Arianna Aryblue ha detto...

Carissima Gaia è un onore aver attirato la tua attenzione con la mia pie :-D e sono felicissima che ti sia piaciuta!
Che il sole baci sempre te :-*
ary

Damiana ha detto...

Perche' tu non fai parte delle squagliapapille?Si tu sei la Lucilla del gruppo e siccome mi fai strada portami direttamente al piatto,prima che di papilla non ne rimanga manco una!Bacio amore mio,vado a dare un'occhiata all'altra tentatrice!:-)