mercoledì 2 dicembre 2009

C'era pongo ora c'è Blobbina

(Immagine presa dal web)


Ogni anno, i primi giorni di scuola materna, erano una tortura per me e una disperazione per mia madre. "Abbandonare” la gonnella di mammuzza, mi sgretolava il cuore, i miei capricci la stressavano, ricordo la sua ginnastica mentale per mantenere la calma e cercare di accomodare il più possibile la circostanza.

Dopo la tempesta, arriva sempre il sereno, cosi bastavano solo due giorni di ambientamento per capovolgere la situazione.

Che gioia trascorrere qualche ora della giornata, tra tanti bimbi e l’affetto delle maestre, imparare canzoncine, disegnare e soprattutto giocare con la cera pongo.

Ne sento ancora l’odore, macchie di colore immaginarie tinteggiano i ricordi...forme infantili di pupazzetti stilizzati, castelli fatati dalle strane strutture, plasmare, lavorare ed affondare le manine, nella modellabile massa morbidosa, mi divertiva oltremodo, frammenti simulavano dolcetti e focacce in una mescolanza policromatica.

Oggi le stesse mani, solo diverse nella dimensione, giocano inabissandosi, palpando e mescolando una cera pongo blobbosa commestibile: il lievito madre.


Blobbina questo è il suo nome, è una docile bestiolina di un anno, capace di far “crescere” ora dopo ora, l'entusiasmo e l'amore amalgamati negli impasti.



Pizza francesina con lievito madre alle tre farine con stracciatella pugliese e tartufo nero (morbida e fragrante)




"Con la partecipazione di"
:
130 grammi di farina di riso
130 grammi di farina di soia
160 grammi di farina 0
130 grammi di lievito madre rinfrescato la sera prima
280 grammi di acqua
10 grammi di olio evo
1 cucchiaino colmo di sale marino integrale
250 grammi di stracciatella
tartufo nero
"Mettiamo le mani in pasta" :

Versare l'acqua tiepida e l'olio in una ciotola, aggiungere il lievito madre e scioglierlo.
In una capiente ciotola porre le tre farine, mescolarle tra loro con le mani, aggiungere piano piano l'acqua con il lievito sciolto e impastare.
Quando le farine avranno assorbito l'acqua, aggiungere il sale e continuare a lavorare l'impasto, formare un palla, lasciarla nella ciotola e coprire con della pellicola.
Trasferire il tutto in una busta, conservare in forno.
Dopo 9 ore circa di lievitazione, oliare una teglia per pizza, distribuire con la mano l'olio su tutta la superficie e stendere l'impasto.
Farcire con la stracciatella e una grossa grattata di tartufo ed olio, trasferire in forno già caldo a 180° per 25 minuti circa.

29 commenti:

marifra79 ha detto...

Ma lo sai che anche per me è stata una tragedia...le mamme sono davvero troppo buone!!!La mia sopportava tutto ogni volta!!!
Ottima pizza!!Un abbraccio e buona giornata

Anonimo ha detto...

Cambia la forma ma nel contenuto siamo rimasti tutti un pò bimbi...per fortuna!
Ogni tuo racconto, aggiunge un motivo alla nostra voglia di creare.
Complimenti ed un forte abbraccio a te e tutti i compagni di gioco!
Omar

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Dolce Gaia!
A leggere il tuo post si torna un pò bambini...
la focaccia è strepitosa!

Edi ha detto...

Io ho tanti piccoli attimi, fugaci rocordi di quel magico periodo. Le corse nel giardidno, lo zainetto con i coniglietti, la recita Natalizia vestita da scozzese... non mi ricordo di essere mai stata triste...
Che foccaccina squisita... e siccome non ho il lievito madre...direi che te ne rubo un trancione!!

Dida70 ha detto...

per me l'asilo è stato un incubo, non ne volevo proprio sapere di lasciare la gonnella di mammmina e non mi ci sono mai rassegnata per cui non ho dei bellissimi ricordi!
però ho il lievito madre e oggi mi accingo a rinfrescarlo per cui questa cosina qui mi tenta molto però...scusa l'ignoranza cara Pagnottina mia...la stracciatella sarà un ... formaggio? e con cosa posso sostituirlo?
baci baci baci
dida

pagnottella ha detto...

Marifrà:-): è vero le mamme a volte superano il limitè della pazienza...
grazie tesoro un bacione

Omar:-): Grazie e benvenuto!
Direi che il fanciullino che è in me a volte prende il sopravvento :-)

Elisakitty's kitchen:-): grazie tesoro!

Edi:-): Da piccina c'è stato un periodo in cui divenni l'ombra di mia madre...la seguivo ovunque...ed era proprio il periodo dell'asilo...man mano è sfumato :-)
Che bella l'immagine di te gioconda :-)
Ruba ruba ;-)
Grazie bacini

Dida:-): Didolotta bedda bedda...
mio fratello s'attaccava alla gamba di mia madre modello moglie di fantozzi :-)
l'asilo non lo sopportava...l'altro invece...voleva andare anche di domenica!!!
Dunque la stracciatella è un latticino...sarebbero straccetti filamentosi di mozzarella (più morbidi) affogati nella panna...da noi è super venduta!
Direi quindi, che potresti sbrandellare la mozza e inzupparla nella panna da cucina...colarla (non tanto) e accomodarla sulla pizza :-)
Grazie tesò un bacio

Ale ha detto...

davvero bella e immagino quanto sua buona ! il lievito madre mi intriga sempre di più, devo provvedere !!! bacio

I pasticci di Roby ha detto...

Un miscuglio di ricordi di allora ancora bambina e realtà di oggi, già da tempo mamma.
E' la vita...a volte colorata a volte (ma poche volte) in bianco e nero, ma da vivere con sentimento e gusto, magari quello di questa splendida focaccia.
Ti ammiro tanto, Roby

Micaela ha detto...

Io adoravo il pongo e come te non mi volevo staccare dalla gonnella di mamma!!! le ho provate tutte e sono riuscita a saltare il primo anno di asilo!!! Mi piace Blobbina!!! vorrei crearla anch'io ma ancora non ho il coraggio!!! buonissima la pizza! bacii

pagnottella ha detto...

Ale:-): Cara ti dico solo che ogni volta che lo uso non sto nella pelle, ogni volta è come fosse la prima...
Un abbraccio e grazie

I pasticci di Roby:-): Tesoro il tuo modo romantico di commentare mi disarma...
Anch'io t'ammiro davvero tanto!
Ti bacio...grazie

Micaela:-): Wow che fortuna! Un anno di "libertà" ;-)
Tesoro, ma come non hai il coraggio!
Sei bravissima a creare tutto!
Sarai all'altezza ne giurerei!
Fallo Micki...vedrai quante soddisfazioni!
Un abbraccione e grazie

stefi ha detto...

Gaia che ricetta!!!!
Hai superato te stessa, favolosa per non parlare del condimento!!!!
Anche io in frigo ho sempre la pasta madre!!
Un abbraccio a presto!!!!

Simona ha detto...

Io non so' manco cresciuta!
Ma quante cose sai fare Pagnottella mia?
Allunga un pezzo di pizza, và!
Un bacione!

Claudia ha detto...

Il pongo!!!!! che mi hai ricordato.. io ci facevo di tutto.. anche appiccicarlo ai muri e a terra..pensa la felicità di mia madre! ahahahahaha.. meglio la pstamadre no? ;-).. Ottima la tua pizza.. bacioni

Federica ha detto...

fantastica questa pizza! da provare!

mariacristina ha detto...

Io non mi divertivo per niente all'asilo e a un certo punto mia madre mi ha mandata a scuola un anno prima per non sentirmi più lamentare. Dei miei figli solo l'ultimo non voleva mai salutarmi e lasciarmi e ora che è grande ogni tanto mi rinfaccia che l'asilo non era obbligatorio e che se l'avesse saputo col cavolo che ci sarebbe andato! Proverò la tua focaccia, ha un aspetto così delizioso!

Solema ha detto...

Alla mietà non c'era il pongo, non ho ricordi a riguardo, ma quella focaccia potrebbe rimanere a lungo nella mia mente, meglio farla!!

dEleciouSly ha detto...

Non conoscevo il tuo blog... ma sei bravissima! Tra le altre cose mi ha colpita il tuo header... trasmette un bel senso di Libertà. Buon pomeriggio e grazie per la visita!

Ele :)

Dida70 ha detto...

marò che golosità!!! lo vedi che ci devo proprio venì dalle tue parti! sta stracciatella qui da me è proprio sconosciuta!
tesò ho letto solo ora il tuo commento al mio post di lunedì, ma davvero ti è piaciuto? io sai...mi sarei un pò pentita, non vorrei aver dato un'immagine sbagliata o non avere espresso bene quello che avevo dentro! ma il tuo commento mi ha fatto un pò rasserenare!
baciottoli
dida

Betty ha detto...

ne voglio un pezzo... subitooooo!!!!
oh mamma mia, a quest'ora poi...

lenny ha detto...

E' vero: i lievitati ci consentono di esercitare al nostra manualità e fantasia
I sapori di questa pizza sono superbi :))

pagnottella ha detto...

Stefi:-): Cara ma grazie!!!
Brava anche tu hai il magico blob ;-)
Baci

Simona:-): Ti prego rimani sempre cosi!
Bella la mia Simo...
grazie bacioni

Claudia:-): Siiiii è vero la strusciavo dappertutto anch'io :-)))
Direi che la pasta madre a questa età da più soddisfazioni :-)
Baciotti grazie

Federica:-): Grazie cara!

mariacristina:-): Sai che anch'io ero convinta fosse obbligatorio andarci?
Ma pensa te...se l'avessi saputo sarei andata quanto e quando mi pareva ;-)
grazie un bacio

Solema:-): Ciao Sole, se hai il lievito madre, proverai le sensazioni che ti regala la pongo, in compenso tutto ciò che crei lo pappi! :-)
Baci e merci

dEleciouSly:-): Cara benvenuta!
Grazie, son contenta che l'immagine trasmetta ciò!
A presto :-)

Dida:-): Eh tesò tieni che venire!
Assolutissimamente...qui oltre me ad aspettarti c'è la stracciatella ;-)
Didolotta...davvero mi è piaciuto tutto, dalla forma al contenuto...sei una persona speciale lo sto scoprendo sempre più...
Ricorda...la nobiltà d'animo è un dono da tenersi stretto, ma tu non hai bisogno di queste raccomandazioni, sei fine ed elegante in tutto, una bella persona :-)
per me non c'è nulla di cui pentirsi stai tranquilla!
Bacio :-)grazie

Betty:-): E prendineeeeeeee :-)
Baci grazieeee

Lenny:-): Oh quanto mi diverte panificare...
Baci grazie

Giò ha detto...

io sono rimasta traumatizzata dalla scuola materna, le suore che lo gestivano erano 2 pazze psicopatiche...hi hi
sai che adesso ho anch'io la pasta madre? quella liquida, però, Izn docet!
chissà che buona questa pizza, bianca coma piace a me con un latticino favoloso ( e il tuo solito mix di farine che mi piace un sacco)

Lo ha detto...

io non ho giocato tanto con il pongo..e lo sbavavo saà per questo che da grnde ho compnsato con quintali di pasta di sale e ora con il lievito naturale? che come dici tu è un asintesi di fare e di vita stupenda...la tua pizza focaccia è meravigliosa!

Ninia ha detto...

Bedda miaaaaaaaaaaaaaaaaa.....Quanti ricordi mi hai fatto affiorare alla mente.....Adoravo la cera pongo...Mia madre la adorava meno... Ehehehehe....Sai che anch'io non ho mai avuto il coraggio di fare la "Blobbina"???...Non so il perchè..La pizza me l'hai conservata???Già pregusto il sapore...:-)))
Un baciuzzo graaaaaaaaande graaaaaaande...e buon we
Antonella

Maurina ha detto...

Gustosissima!! Ne e' avanzata???

pagnottella ha detto...

giò:-): Oh mamma le suore!!!
Sai che ci sto provando anch'io con la mia "Liquilla" (lievito liquido) eh l'ho già battezzata!
Speriamo bene...ho aspettato un bel pò prima di metterla in cantiere, visto le temperature della bella stagione, credo che le attuali siano ideali...
mitica izn!
un bacione e grazie


Lo:-): la pasta di sale la conosco molto poco...
noto che il LM ci accomuna più della pongo
Baci gioia grazie!

Ninia:-): Ammuri! Che bello sei tornata!!!
Tesoro, muoviti a concepire la "blobba" vedrai che soddisfazioni!
Un bacio giganteeeeeeeeeeee grazie

maurina:-) cara grazie! Mi dispiace ma è finita alla velocità della luce...t'avviso quando ne preparo un'altra
baci e grazie

margherita ha detto...

mamma che brava!!!
sigh sigh io non sono stata all'asilo,ma il 1° giorno di scuola è stato drammatico brrrrr......,e non è neppure la pasta madre....
ciaooooooo
sono da psicanalisi...............

pagnottella ha detto...

Margherita:-): cara puoi sempre recuperare per la pasta madre, dal tronde ora come ora la cera pongo non credo serva più...o no? :-)
Anche il mio primo giorno di scuola non è stato un granchè...
baci margheritù

Ale ( Legs&harry) ha detto...

ecco a quest'ora la focaccia ci sta proprio bene! complimenti anche a te, non posso che contraccambiare!
ciao, a presto